Introduction

Il progetto Nocturna A.D. nasce a Torino nel 1999 da un’idea del chitarrista e compositore Davide Masuelli. Le prime composizioni cercavano di fondere la musica dark ambient dei Raison d’Etre alle sonorità Gothic Rock dei London After Midnight. L’intento era quello di trasmettere sensazioni e emozioni anche senza l’ausilio della voce.

Il progetto nasce come trio composto da Davide e Massimo Cannoniero rispettivamente alla chitarra ritmica e alla chitarra solista e da Luca Ramasso al basso. Il primo lavoro non ottiene il successo sperato anche perché all’interno della band cominciano a sorgere le prime divergenze in ambito musicale. I componenti iniziano a prendere strade decisamente diverse: dallo stile Dark e Gothic verso sonorità più Thrash metal stile Sodom, Slayer e primi Metallica.

Non si ferma però il processo compositivo che porta Davide nel 2008 ad avere 4 brani.

Lo stile più heavy rispetto alle prime composizioni necessita di un cantato, e l’incontro con il musicista e fonico Andreas Polito del ROCK LAB di Torino, noto per aver lavorato nel suo studio con artisti del calibro di Marco Minnemann (Joe Satriani, Steven Wilson, Paul Gilbert ecc.), Fabio Lione (Rhapsody, Vision Divine, Kamelot, Angra ecc), John Macaluso (Symphony X, James La Brie, Yngwie Malmsteen ecc), Ricardo Confessori (Angra Shaman ecc) segna l’inizio di una nuova pagina del progetto.

Da questo momento Davide si dedica esclusivamente alla composizione dei brani, mentre Andreas provvederà alla stesura e alla registrazione delle linee vocali, magistralmente eseguite dall’astro nascente Ralkeon, voce degli Opening Scenery e recentemente degli Eterna, band del tastierista dei Vision Divine Alessio Lucatti. La produzione dei testi è affidata a Luca Ramasso.

Il tutto prende vita nel 2010 con un lavoro che comprende 4 brani intitolato Where the Shadows Stalk.

L’entusiasmo per i consensi ricevuti porta Davide a comporre altre 5 canzoni e ad affidarsi nuovamente a Luca per la stesura dei testi. Questa volta la necessità di dare un’impronta professionale a questo nuovo lavoro porta Davide a sfruttare le capacità di polistrumentista di Andreas Polito per le esecuzioni delle parti di chitarra e basso e di programmatore per le parti di batteria e tastiere, rinnovandogli l’incarico di sound engineer e produttore delle linee vocali, anche questa volta eseguite da Ralkeon.

Nel 2012 quindi esce il secondo demo Mother. In questo lavoro si ritrovano gli stili e le influenze dell’inizio, infatti il suono e le atmosfere sono più cupe e malinconiche, con accenni di musica elettronica e il rock è meno aggressivo e più melodico.

Ospite d’eccezione John Macaluso, batterista di fama internazionale, ora nei Symphony X, noto per aver lavorato con artisti quali Yngwie J. Malmsteen e James LaBrie (cantante canadese conosciuto per il suo ruolo di voce solista dei Dream Theater). Nei brani “Mother” e “Along the road” Macaluso collabora alla loro stesura dandogli una sua personale interpretazione.

Questo lavoro viene accolto molto positivamente, ricevendo recensioni molto buone sia per la parte compositiva che musicale.

Nell'aprile del 2014, per motivi legali, il nome originale Nocturne viene cambiato in Nocturna A.D. I primi due Ep mantengono però il nome originario.

La composizione dei brani del nuovo album “Run Through Hell” del 2014 raccoglie vecchie song del periodo 1999-2001. “Nothing to be everything” e “A new power” approfondiscono il marchio di fabbrica thrash del progetto, “Marionette” stende di fatto un ponte fra il Gothic Rock (London After Midnight) e il Rock progressivo italiano (Goblin), passando poi verso atmosfere decisamente più Hard Rock, come nel caso di “Subliminal Messages” e “Anger lives In the Decay”.

Nel 2015 il gruppo decide di cimentarsi con una cover per una questione di affetto, perché i Sepultura hanno lasciato un’impronta indelebile nella stesura dei brani della band, e con questo pezzo si è cercato di render loro omaggio. I paragoni saranno inevitabili ma aver omaggiato questo gruppo è questione d’orgoglio. In particolare “Territory” perché il testo, nonostante sia stato scritto nel lontano 1993, si adatta benissimo alla situazione politica che si vive in questo periodo.

E’ un viaggio nel terzo mondo oppresso, sfruttato e terribilmente misero e i Sepultura ne hanno colto talmente bene le peculiarità che hanno sfornato album monumentali come Chaos A.D., ma la cosa che più spaventa è che nonostante passino gli anni, le urla e i testi di Max su quei dischi indimenticabili sono ancora terribilmente attuali e concrete.

Where the Shadows Stalk - Part Two” è il titolo del nuovo Ep composto da 3 brani, nelle intenzioni della band da considerarsi come la parte conclusiva del primo album del 2010. E’ composto da tre song: “Where the Shadows Stalk”, il primo vero cavallo di battaglia, rimasterizzata e arricchita con l’aggiunta di nuove parti di tastiera, “Territory”, cover dei Sepultura molto aderente all’originale ma “inquinata” da suoni di tastiera molto azzeccati, pubblicata finalmente in maniera ufficiale, e la nuovissima “This Fucking Life”, puro Thrash Metal old style per la gioia di chi ha seguito il gruppo sin dagli esordi. Quest’ultimo brano ospita un sorprendente Omar Maiorano alle pelli, affermatosi recentemente nel panorama locale come batterista turnista.

Mixato al ROCK LAB di Torino, questo lavoro è impreziosito da un mastering professionale curato dagli studi VANARA per allinearsi alle produzioni più blasonate del genere.

A distanza di pochi mesi dall’uscita dell’album, nel maggio del 2016 esce "Time Fails Us", ultimo singolo con Andrea Racco alla voce, (sostituito successivamente da Massimo Lucchi, vocalist dei Carbackfire) che riprende il sound dei London After Midnight già citati in passato, ma che si avvicina di più al modello in versione Hard Rock di album come “Kiss Of Fury” del gruppo EBM belga A SPLIT SECOND sia per il timbro armonico e vocale di Ralkeon, sia per la produzione in generale, basati su quel che concerne suono di chitarre e tastiere.